L’assistente sessuale in Svizzera

Written by maxulivieri

On 21 Marzo 2016

Claire non ha ancora 30 anni, è insegnante e si interessa di arte, di musica, di teatro. Esercita però anche l’attività di assistenza sessuale per persone con disabilità. Il suo racconto ci consente di entrare nella sua vita e nel mondo di coloro che rivendicano il diritto al piacere e alla sessualità, nonostante un handicap.

Assistente Sessuale Svizzera

Frame del documentario. Il video lo trovate sotto in questa pagina.

Un documentario che contiene immagini forti, esplicite, che potrebbero urtare la sensibilità degli spettatori; un documentario che, però, consentirà di capire meglio quali siano le tante implicazioni di questo ruolo così complesso, che mette di fronte alla necessità di riflettere e porsi domande delicate.

Domande che, in studio, saranno affrontate insieme a Catherine Agthe, esperta di pedagogia della sessualità e formatrice di assistenti sessuali per persone con disabilità.

di Stefano Ferrari

You May Also Like…

Sessualità e disabilità: stereotipi

Sessualità e disabilità: stereotipi

SESSUALITÀ E DISABILITÀ ATTRAVERSO GLI OCCHI DELL’ALTRO Max per questo articolo mi ha chiesto di descrivere gli stereotipi maschili verso il mondo delle donne disabili. Per trattare questo tema partirò con una premessa generica che può accarezzare tutti dopodiché vi...

La Formica Viola aderisce all’osservatorio nazionale

La Formica Viola aderisce all’osservatorio nazionale

Il sottoscritto Davide Silvestri e la sottoscritta Francesca Fadda, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione "La Formica Viola", referenti per la stessa nelle regioni Abruzzo e Sardegna, dichiarano quanto segue. A seguito di quanto dichiarato...

Sofia Rocks e l’amore disperato.

Sofia Rocks e l’amore disperato.

Martedì 29 novembre è andato in onda il secondo episodio di “Sofia Rocks –- Inviato Speciale”, la web serie coprodotta da Filandolarete e Agenda, per la regia di Antonio Saracino. In “Amore disperato”, la protagonista Sofia Righetti introduce agli spettatori il...

2 Commenti

  1. Alfredo Bernasconi

    mi chiedo perché si parli solo di donne che fanno questa benemerita attività, ma le portatrici di handicap, non hanno diritto anch’esse di avere un’assistenza di questo tipo?
    Sinceri auguri di buon proseguimento e cordiali saluti.
    Alfredo Bernasconi.

    Rispondi
    • maxulivieri

      Salve Alfredo, in questo caso si racconta di una donna che fa questa professione ma ci sono video anche di un uomo, tipo Lorenzo Fumagalli e nel nostro testo c’è menzionato anche il bisogno femminile. Non solo, nel corso di formazione abbiamo 10 uomini :-).

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.