Sex express, pillole di curiosità

Written by maxulivieri

On 10 Ottobre 2019

Non finirò mai di sostenere l’importanza della sessualità nella vita di un individuo. È un aspetto naturale, istintivo, che fa parte di ogni persona. Esistono molteplici sessualità, dalle più semplici alle più complesse e poterle vivere liberamente è fondamentale per il benessere psicofisico. Quante fantasie ci accarezzano la mente? Inizialmente alcune quasi ci turbano un po’, ci spingono a chiederci se siano normali o se dovremmo vergognarci di avere determinati pensieri. L’idea di condividerli con il proprio partner sembra impossibile. Questo accade perché siamo bloccati da un retaggio culturale che relega la sessualità in una dimensione limitata e limitante.

L’idea di parlare di sessualità nasce quindi dall’esigenza di superare i tabù sociali che spingono le persone a viversi un aspetto tanto importante con sensi di colpa e vergogna. Ecco quindi una piccola rubrica per approfondire fantasie e pratiche che accarezzano la mente di tutti, a dimostrazione del fatto che non c’è niente di anormale.

La pratica con cui sarà aperta questa sorta di rubrica è quella conosciuta come pissing, pioggia dorata in lingua nostrana.

Categorizzata all’interno del mondo del BDSM è, a mio avviso, una pratica molto diffusa anche tra i ferventi praticanti del sesso vanilla.

Quindi, senza imbarazzo e timori, iniziamo a parlare del fascino esercitato da questo caldo liquido paglierino sulle menti di tanti.

Il pissing consiste nel dare o ricevere urina. Una dinamica all’interno della sessualità estremamente intima, che richiama un animalesco senso di appartenenza all’altro, nell’ambito del BDSM di sottomissione.

Quando i giochi bagnati si fanno con il proprio partner è un completare quel desiderio di unione, un gesto forte, carico di tensione erotica e affettività che trova una strada alternativa per manifestarsi.

Nel caso in cui la pioggia dorata si svolta tra due persone che non hanno un particolare legame affettivo è la realizzazione di un desiderio di dominazione /sottomissione molto più sottile rispetto ad altre pratiche del BDSM ma sempre con una forte connotazione D/S.

Come accennato precedentemente, il pissing è in voga anche tra chi non ama il genere BDSM, questo perché i giochi bagnati sanno essere estremamente intimi, eccitanti e delicati e trovarsi a consumare un rapporto con i corpi che scivolano l’uno sull’altro lubrificanti dai propri umori è un pensiero e un desiderio veramente diffuso.

Non abbiate timore a parlare con il vostro partner dei vostri desideri e indagate anche su quelli che ha lui. Se non dovesse esserci un punto d’incontro non preoccupatevi perché comunque la condivisione vi aiuterà a manifestare più liberamente il vostro essere e magari, proprio parlando, troverete il vostro comune scenario erotico, frutto di fantasie celate da tempo.

L’essenziale è il rispetto, di sé e dell’altro e l’intelligenza ci offre gli strumenti necessari per non smettere mai di conoscere e conoscerci in una costante evoluzione del nostro essere.

You May Also Like…

Anche tra gli swinger ci sono discriminazioni?

Anche tra gli swinger ci sono discriminazioni?

Fin troppe persone persone parlano senza riflettere, esprimono pareri taglienti senza chiedersi se qualcuno li abbia davvero interpellati e, soprattutto, senza domandarsi se quelle parole feriscono. Certo, le persone intelligenti si fanno scivolare addosso il...

Indagine su sessualità, bdsm e disabilità

Indagine su sessualità, bdsm e disabilità

Il tema della sessualità è ancora vincolato a innumerevoli tabù che relegano un aspetto tanto importante della vita delle persone in uno spazio d’ombra. Il sesso diventa una cosa che si fa ma non si dice, c’è ancora fin troppo imbarazzo a discuterne e questo deriva...

Disabilità e persone con disturbi psichiatrici.

Disabilità e persone con disturbi psichiatrici.

Di assistenza sessuale non si discute ancora abbastanza e l’ignoranza legata all’argomentende a ledere l’obiettivo di raggiungere una legge che riconosca la figura del Love-Giver mettendo in atto quanto stabilito dalla sentenza n. 561 del 18 dicembre 1987 stabilente...

1 commento

  1. Roberta

    È anche vero che tutto ciò che è concordato si può fare ma….ma mia opinione è piuttosto negativa. Un gesto di sfregi.di disprezzo.meglio il prosecco!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.